Home Chi siamo Direttore Coristi Repertorio Multimedia Photo gallery Concerti
Coro Polifonico Vox Nova di Fabriano, Viale Enrico Stelluti Scala 13,  60044 Fabriano         PI: 90007830426
Powered by Giuliana Aiello
STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CIVILE CORO POLIFONICO "VOX NOVA" DI FABRIANO Denominazione - sede - scopo Articolo uno Con atto notarile del Dottore Massimo Pagliarecci registrato in Fabriano il 24 febbraio 1995 é stata costituita l'Associazione Civile Coro Polifonico "Vox Nova" con sede in Fabriano, via Mamiani n. 36. La sede potrà essere trasferita anche in altro luogo nell'ambito dello stesso comune senza che ciò comporti la modifica dello Statuto. L'Associazione potrà istituire e/o sopprimere, su delibera del Consiglio Direttivo, succursali e rappresentanze sia in Italia che all'estero. Articolo due L'Associazione é apolitica e non ha finalità di lucro. Essa si propone come scopo principale quello di aggregare gli appassionati del canto corale in generale e della polifonia in particolare, favorendo la divulgazione della cultura musicale attraverso manifestazioni artistiche, concorsi e rassegne, sia in Italia che all'estero. Articolo tre L'Associazione si propone di svolgere attività artistiche anche per conto di persone fisiche, enti pubblici e privati e quanti altri lo dovessero richiedere, praticando esecuzioni corali e polifoniche attraverso: - la promozione di contatti e scambi culturali nonché di prestazioni concertistiche con altre corali sia italiane che straniere; - l'insegnamento della musica ad orientamento corale-polifonico; - l'organizzazione di manifestazioni musicali sia in Italia che all'estero, dando la preferenza alla musica polifonica di ogni epoca e tendenza; - la promozione del canto corale in generale e polifonico in particolare, collaborando con altre realtà musicali del territorio ed assecondando tutte le iniziative che dovessero sorgere a livello locale; - l'adesione alle Associazioni di corali regionali, nazionali ed internazionali; - l'incisione di dischi, CD, musicassette, istituzione di archivi musicali e quant'altro interessi la cultura musicale e le finalità statutarie. Associati Articolo quattro Sono ammessi a far parte dell'Associazione le persone e gli Enti che abbiano interesse a seguire e svolgere l'attività artistico-corale dell'Associazione e che siano in possesso delle qualità richieste per poterle espletare. Gli Associati si distinguono in: - Associati coristi; - Associati sostenitori; - Associati onorari. Gli Associati coristi prestano la loro opera per l'espletamento dell'attività artistico-corale dell'Associazione e devono pertanto possedere, per essere ammessi, intonazione ed estensione della voce. Nessuna quota dovrà essere versata dall'Associato corista,  in quanto partecipa al sostegno dell'Associazione con la propria prestazione artistica. Gli Associati sostenitori contribuiscono all'attività della corale impegnandosi a sostenerla e moralmente, con la loro sensibilità, ed economicamente, con il versamento di una quota associativa annua, che andrà imputata al patrimonio sociale. Gli Associati onorari acquisiscono tale qualifica solo su conferimento dell'Assemblea, a seguito di proposta unanime del Consiglio Direttivo, o per particolari benemerenze civiche ed artistiche, o per i servigi da loro resi all'Associazione stessa, o che, con la loro  munificenza, abbiano contribuito all'affermazione della Corale. Gli Associati onorari non sono tenuti al pagamento di alcuna quota. Coloro che aspirano a far parte dell'Associazione dovranno presentare domanda scritta al Presidente dell'Associazione; qualora non abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, devono allegare anche il consenso degli esercenti la potestà parentale. Detta domanda, che per gli Associandi Coristi dovrà essere corredata del giudizio tecnico del Direttore del Coro, verrà vagliata dal Consiglio Direttivo che potrà accettarla o meno, con delibera irrevocabile. Articolo cinque Gli Associati sono tenuti a rispettare le norme del presente statuto e le delibere del Consiglio Direttivo. E' dovere inderogabile di ogni Associato corista: a) partecipare, salvo motivati impedimenti, alle lezioni di musica, alle prove di canto per sezioni e generali, all'esecuzione di pubblici concerti, ed a qualunque altro impegno assunto dall'Associazione; b) tenere sempre un contegno attento, disciplinato e rispettoso nei confronti del Maestro Direttore Tecnico e dei colleghi coristi sia durante le prove e le esecuzioni, che in altre circostanze; c) segnalare tempestivamente al Maestro o ad uno degli Associati coristi componente il Consiglio Direttivo, la propria assenza in caso di impossibilità assoluta a partecipare alle prove e soprattutto alle esecuzioni. Articolo sei Per ogni Associato corista verrà redatta una scheda personale nella quale verranno indicati i dati personali e l'inquadramento vocale già assodato dal Maestro Direttore Tecnico in sede di accertamento preliminare. Ad ogni Associato verrà consegnata una tessera personale. Articolo sette Gli Associati hanno diritto di godere dei benefici loro specificamente riservati, quali: - frequentare i locali dell'Associazione durante le ore di apertura; - partecipare a tutte le attività dell'Associazione; - partecipare alle Assemblee; - esercitare in qualità di Associati l'elettorato attivo e passivo per l'approvazione o meno delle relazioni morali e finanziarie, nonché per la designazione ed elezione dei candidati alle cariche sociali; - partecipare alle esecuzioni musicali legate a concorsi e rassegne che si svolgeranno sia in Italia che all'estero con il coro, secondo le modalità che saranno di volta in volta indicate dal Consiglio Direttivo. Articolo otto Gli Associati potranno recedere in qualunque momento provvedendo ad inviare al Presidente dell'Associazione le proprie dimissioni scritte. Articolo nove La qualità di Associato può essere perduta oltre che per recesso, anche per esclusione, determinata nei casi più gravi di: - mancato rispetto delle norme del presente Statuto e delle delibere del Consiglio Direttivo; - astensione, senza giustificato motivo dell'Associato corista, dalle prove e dai concerti, prolungata per un periodo tale da rendere  pregiudizievole l'aggiornamento della preparazione del corista ai fini di un'efficace partecipazione all'attività del Coro. - morosità, dell'Associato sostenitore, nella corresponsione della quota annuale di Associazione. Il provvedimento di esclusione verrà preso, con delibera motivata, dal Consiglio Direttivo dell'Associazione. Amministrazione Articolo dieci L'Associazione è amministrata da: - Assemblea degli Associati; - Consiglio Direttivo; - Collegio dei Sindaci Revisori. Articolo undici L'Assemblea degli Associati é il massimo organo deliberante. Si riunisce ordinariamente una volta l'anno entro il 31 marzo e, in via straordinaria, ogni volta che il Consiglio Direttivo lo ritenga necessario o su richiesta scritta di almeno un quinto degli Associati coristi. Le Assemblee sono valide, in prima convocazione, con la presenza, in proprio o per delega, di almeno una metà degli associati; in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti e deliberano con la maggioranza semplice dei voti dei presenti. Per modificare l'atto costitutivo o lo Statuto occorre la presenza di almeno due terzi degli Associati ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti. La convocazione dell'Assemblea avviene mediante affissione di avviso, a firma del Presidente, nei locali dell'Associazione almeno sette giorni prima della data stabilita, con specificazione del giorno e dell'ora della prima e seconda convocazione, ed ordine del giorno con gli argomenti da trattare. Gli Associati possono farsi rappresentare esclusivamente da altri Associati, purché della stessa categoria di appartenenza; nessun Associato può aver diritto a più di tre voti. Articolo dodici L'Assemblea é presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo o dal Vice Presidente; in mancanza di entrambi, l'Assemblea provvede a nominare un Presidente tra i presenti, nonché un comitato elettorale formato a sua volta da un Presidente e da due scrutatori per procedere a votazioni e scrutini. I membri del comitato elettorale non sono eleggibili. Segretario dell'Assemblea ä il segretario dell'Associazione o, in caso di sua impossibilità, altro membro del Consiglio Direttivo in carica. Spetta al Presidente dell'Assemblea constatare la regolarità delle deleghe ed in genere il diritto di intervento all'Assemblea. Delle riunioni dell'Assemblea dovrà essere redatto un verbale, controfirmato dal Presidente e dal Segretario. Articolo tredici L'Assemblea delibera: - sugli indirizzi e le direttive generali dell'Associazione; - sulle modifiche dell'atto costitutivo; - sui bilanci preventivi e consuntivi che dovranno essere corredati da una relazione del Presidente. Inoltre l'Assemblea: - nomina, ove lo ritenga, un Presidente onorario, anche non socio, che conserva tale qualifica fino a dimissioni o recesso e che non ha alcun potere di gestione e di rappresentanza dell'Associazione; - elegge il Consiglio Direttivo che dura in carica due anni, il Collegio dei Sindaci Revisori che dura in carica tre anni, con scadenza  alternata a quella del Consiglio Direttivo, e quant'altro ha demandato ad essa per Statuto. Articolo quattordici Il Consiglio Direttivo ä formato da nove membri; otto nominati tra gli Associati, di cui sei in rappresentanza degli Associati coristi,  due, possibilmente, in rappresentanza degli Associati sostenitori e onorari, ed il Maestro Direttore Tecnico, che ne farà parte di diritto alla pari con gli altri membri eletti. L'elezione del Collegio dei Sindaci Revisori, composto da tre membri, avviene con le stesse modalità che per il Consiglio Direttivo. Per entrambe le votazioni dovranno essere sottoposte all'Assemblea liste di candidati di almeno numero doppio delle persone da eleggere. I rappresentanti in Consiglio, di ogni categoria di Associati, possono essere eletti solo dai componenti della categoria di appartenenza; a tal fine si considereranno due categorie di Associati: una di Associati coristi e una di Associati sostenitori ed onorari. Articolo quindici I membri del Consiglio Direttivo, in prima seduta, eleggono al loro interno un Presidente, un Vicepresidente, un Segretario e un  Tesoriere. Il Consiglio Direttivo, successivamente, viene convocato dal Presidente con preavviso di almeno tre giorni e con comunicazione dell'ordine del giorno. Il Consiglio Direttivo può essere altresì convocato su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti. Le deliberazioni sono prese a maggioranza semplice, salvo quelle relative alle proposte di variazione dell'atto costitutivo e dello Statuto, da proporre all'Assemblea degli Associati, che richiedono la maggioranza dei due terzi anche in Consiglio Direttivo. Il Consiglio Direttivo rimane in carica due anni e i suoi membri sono rieleggibili. In caso di dimissioni o di decadenza per qualsiasi motivo di uno dei suoi membri, questi verrà sostituito dal primo dei non eletti nella precedente elezione e vi rimarrà per tutto il periodo restante fino a successiva elezione. Articolo sedici E' competenza del Consiglio Direttivo: - curare l'esecuzione delle deliberazioni dell'Assemblea degli Associati; - attribuire le cariche sociali; - scegliere e nominare il Maestro Direttore Tecnico del Coro; - preparare i bilanci preventivi e consuntivi; - ammettere soci, accettarne le dimissioni e proporne l'esclusione; - stabilire, annualmente, l'importo della quota sociale che dovrà essere corrisposta dagli Associati sostenitori; - conferire incarichi speciali agli Associati; - organizzare i corsi di orientamento musicale; - promuovere rapporti con gli altri Enti Musicali; - favorire i rapporti con gli Enti pubblici locali e privati; - gestire il corretto sviluppo della vita associativa favorendone l'armonia, curandone l'attività artistica, svolgendo con assennatezza la conduzione economica dell'Associazione, nell'ambito delle direttive approvate dall'Assemblea degli Associati e nel rispetto dello Statuto; - riunirsi tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che ne sia fatta richiesta da due dei suoi membri e comunque almeno due volte l'anno insieme ai coristi per esaminare e discutere i problemi dell'attività musicale del coro; - approvare, su parere del Direttore Tecnico, la designazione di appositi incaricati per l'insegnamento teorico e pratico, nonché per la conduzione delle prove. Articolo diciassette In considerazione di possibili prestazioni di carattere religioso, verrà incaricato un sacerdote a svolgere la funzione di consulente liturgico. Articolo diciotto Il Presidente rappresenta l'Associazione a tutti gli effetti, convoca l'Assemblea degli Associati ed il Consiglio Direttivo, presiedendone le riunioni. In caso di particolare urgenza ed eccezionalità può adottare personali opportuni provvedimenti, salvo farli ratificare dal Consiglio Direttivo in riunione convocata al più presto e, comunque, entro e non oltre i dieci giorni successivi all'assunzione del provvedimento stesso. Articolo diciannove Il Vicepresidente sostituisce il Presidente in ogni sua funzione in caso di assenza di quest'ultimo per qualsiasi motivo e ne esercita tutti i poteri. Articolo venti Il Segretario cura la parte organizzativa e di relazione dell'Associazione; in particolare: - redige i verbali delle Assemblee e delle riunioni del Consiglio Direttivo, una copia dei quali dovrà essere sempre depositata nella sede dell'Associazione per essere visionata dai coristi; - stila e conserva in archivio la documentazione ufficiale dell'Associazione; - cura la corrispondenza; - svolge le pratiche per conto dell'Associazione nelle relazioni con Enti Pubblici e Privati; - tiene conto delle segnalazioni di frequenza dei coristi alle prove per sezioni e d'insieme e della loro presenza alle manifestazioni  cui il Coro partecipa. Per l'espletamento di tutte queste incombenze il Segretario si può avvalere della collaborazione di tutti i membri del Consiglio Direttivo non investiti da alcuna delle funzioni specificate negli articoli del presente capitolo. Articolo ventuno Il Tesoriere cura l'amministrazione dell'Associazione tenendo aggiornata la contabilità delle entrante e delle uscite, conservando agli atti, ed a disposizione dei Sindaci Revisori, la documentazione giustificativa. Predispone altresì i dati contabili dei bilanci preventivi e consuntivi da inserire nella relazione finanziaria per l'assemblea ordinaria annuale. Articolo ventidue Il Maestro Direttore Tecnico, nominato dal Consiglio Direttivo, svolge l'attività prettamente tecnica della conduzione del Coro: - esaminando e giudicando le qualità vocali degli aspiranti coristi, classificandone il ruolo; - scegliendo, di concerto con il Consiglio Direttivo, i brani da studiare; - stilando i programmi per le manifestazioni concertistiche e liturgiche; - provvedendo all'insegnamento della musica, all'impostazione tecnica della voce, alla direzione del Coro durante le prove d'insieme e nelle esecuzioni corali. E' sua facoltà proporre al Consiglio Direttivo la nomina di collaboratori di sua fiducia in fase di apprendimento ed esercitazione vocale delle singole sezioni, o per qualsiasi altra mansione inerente ai fini di un'efficace preparazione e rendimento dei cantori. Articolo ventitrè Il Collegio dei Sindaci Revisori elegge al suo interno un Presidente, che coordina le attività di questo organismo. In caso di decadenza per qualsiasi motivo di uno dei suoi componenti, vengono applicate le procedure previste dall'art. 15 per i membri del Consiglio Direttivo. Il Collegio dei Sindaci Revisori dura in carica tre anni ed i suoi membri sono rieleggibili. Il Collegio dei Sindaci Revisori esegue il controllo e la verifica periodica della regolarità della tenuta dei conti, rilasciando, in sede di discussione annuale del bilancio consuntivo, una specifica relazione con le osservazioni ed i suggerimenti opportuni per una sempre migliore gestione economica. Controlla l'esatta applicazione delle norme di legge in materia finanziaria. Verifica ed accerta l'esatta applicazione delle norme statutarie sulla stessa materia. Articolo ventiquattro L'amministrazione ordinaria dell'Associazione ä demandata al Presidente ed al Tesoriere con firma congiunta. L'amministrazione straordinaria ä di competenza dell'intero Consiglio Direttivo. Articolo venticinque Nel caso di infrazione delle norme contenute nel presente Statuto da parte di qualunque Associato, il Consiglio Direttivo a maggioranza dei due terzi, e con delibera motivata, potrà applicare le seguenti sanzioni: - ammonizione verbale; - ammonizione scritta; - sospensione dalla qualità di Associato per un periodo di sei mesi; - proposta all'Assemblea degli Associati dell'esclusione definitiva dall'Associazione. Articolo ventisei La qualità di appartenenza all'Associazione Coro Polifonico "Vox Nova" di Fabriano comporta la incondizionata e integrale accettazione del presente Statuto che, redatto in forma definitiva, approvato dall'Assemblea degli Associati e regolarmente registrato, diviene immediatamente operante e normativo e sarà fornito in copia a ciascun Associato, che ne firmerà ricevuta. Per quanto non contemplato specificamente nel presente Statuto, valgono le norme contenute nel Codice Civile. Scioglimento Articolo ventisette Lo scioglimento dell'Associazione viene deliberato dall'Assemblea Straordinaria, la quale delibererà sulla devoluzione del patrimonio che in ogni caso dovrà essere effettuata in favore di Associazioni o Fondazioni che perseguono gli stessi scopi dell'Associazione medesima